LILT in provincia

LE DELEGAZIONI LILT SUL TERRITORIO

Oltre alla storica sede di Alessandria, sita presso l’Ospedale Civile SS. Antonio e Biagio, negli ultimi anni sono nate quattro  nuove Delegazioni LILT sul territorio provinciale.

ACQUI TERME

La Delegazione LILT di Acqui Terme nasce ufficialmente nel 2008. Il 7 maggio 2009 il coordinatore pro tempore Dr. Massimo Iaretti sigla un Protocollo d’Intesa con il Comune di Acqui Terme, per poter avviare campagne di informazione e prevenzione oncologica alla popolazione acquese.

Il 16 settembre 2009 viene nominata coordinatrice della Delegazione la Dr.ssa Silvana Fornataro. Inizia la fase operativa. Nel corso del 2010 e del 2011 vengono organizzate numerose manifestazioni ed eventi di piazza, in concomitanza con le campagne di prevenzione nazionale, (Settimana Nazionale Prevenzione Oncologica, Giornata Mondiale senza Tabacco, Mese Rosa), al fine di raccogliere i fondi necessari per realizzare un progetto ambizioso: acquistare un videodermatoscopio, strumento indispensabile per la diagnosi dei tumori cutanei, per attivare un ambulatorio di prevenzione del melanoma cutaneo, in grado di fornire alla popolazione acquese un’efficiente diagnosi precoce.

A fine 2011 viene siglato un protocollo d’intesa tra LILT Acqui e Terme di Acqui Spa, grazie alla disponibilità collaborativa del Dr. Molina, per la realizzazione di programmi di prevenzione dei tumori, promozione della salute ed educazione sanitaria rivolti alla popolazione acquese. Il 25 febbraio 2012 è stato presentato ufficialmente alla popolazione il servizio di videodermatoscopia digitale computerizzata, realizzato presso il Grand Hotel Nuove Terme di Acqui. L’ambulatorio LILT di Acqui è stato affidato alla competenza e all’esperienza dermatologica del Dr. Gianmario Gelati ed è attivo due volte al mese il venerdì pomeriggio.

CASALE MONFERRATO

La Delegazione è stata inaugurata nel 2001, con coordinatore il Dr. Massimo Iaretti, nel corso del decennio si sono succediti diversi coordinatori: Dr. Massimo Iaretti (2001-2007); Dr. Roberto Casalone (2007-2008); Sig.ra Valeria Luparia (2008-2011); Dr. Massimo Iaretti da fine 2011.

Dopo un periodo di alcuni anni di inattività la delegazione casalese si è ricostituita nella primavera del 2015, con a capo il nuovo coordinatore Dr. Muzio, attualmente responsabile della SOC di Oncologia dell’Ospedale Santo Spirito di Casale.

Gli associati che hanno aderito nei primi  tre mesi sono circa 150.

In questi anni di attività, la Delegazione LILT di Casale si è impegnata a finanziare, grazie ai fondi raccolti, l’acquisto di attrezzature scientifiche per la Pneumologia e l’Oncologia dell’Ospedale S. Spirito di Casale e a sostenere economicamente progetti di ricerca sul mesotelioma pleurico. La LILT di Casale si è anche impegnata, negli ultimi anni, ad avviare un tavolo di confronto tra le associazioni di volontariato che si occupano di oncologia, per coordinare le diverse iniziative a favore della ricerca e dell’oncologia, in quanto il problema del mesotelioma è sempre presente nella realtà casalese e la città ne è più che mai sensibile.

Nel 2009, sono state acquistate anche attrezzature ambulatoriali per la chemioterapia. L’obiettivo di questa iniziativa era la realizzazione di un ambiente confortevole per chi si sottopone alle cure chemioterapiche. Il progetto 2009 “Una poltrona per la chemioterapia” è stato completato nel 2010 con l’acquisto di: n. 1 elettrocardiografo ELI 150 + carrello “Clinic Grade” per ELI 150 n. 2 pulsiossimetri; n. 5 letti articolati, completi di materasso/cuscino/sponde acquistati per il DH di Oncologia, in accordo con il personale preposto.

Nel 2009, in occasione della Campagna Nazionale LILT Nastro Rosa di Ottobre, è stato organizzato, in collaborazione con il Dr. Botto e le sue assistenti, un ambulatorio per visite senologiche gratuite. L’iniziativa ha avuto un notevole successo ed è stata replicata anche nei mesi di Febbraio 2010, Ottobre 2010 e Febbraio 2011 e per la campagna Nastro Rosa 2015.

Nel 2010 con l’equipe del Dr. Gemme, della Gastroenterologia di Casale, si sono poste le basi per un progetto intitolato al socio Giancarlo Gatti, consistente nel finanziamento delle spese sostenute dalla Struttura Operativa Semplice di Gastroenterologia necessarie allo svolgimento di uno studio di ricerca rivolto alla valutazione di efficacia di un marcatore fecale di cancro del grosso intestino.

Con deliberazione n° 66 dell’11/03/2010 è stato approvato dal Comune di Casale Monferrato un protocollo d’intesa con la LILT per avviare campagne di informazione e prevenzione oncologica alla popolazione casalese. Nell’aprile dello stesso anno è stato organizzato il convegno “Progettiamo il futuro. Urbanizzazione e salute nelle città: la bonifica dell’amianto a Casale Monferrato”.

 

Nei suoi primi mesi di attività nella primavera 2015 la delegazione ha organizzato un grande evento in giugno per presentarsi alla città: “L’estro armonico della prevenzione” concerto dell’orchestra Junior Classica di Alessandria, che da anni collabora con LILT di Alessandria. Il concerto si è tenuto presso il Teatro Municipale di Casale, grazie all’ospitalità del Comune, ha riscosso grande successo e ha dato inizio ad una raccolta fondi per l’acquisto di un videodermatoscopio da destinare all’ambulatorio LILT di Casale, per fornire ai cittadini la possibilità di controlli dermatologici gratuiti per la prevenzione dei tumori della pelle.

In collaborazione con l’assessorato alla Pubblica Istruzione e all’Associazionismo del Comune di Casale, rappresentato dalla Professoressa Caprioglio, dal mese di luglio 2015 e’ stato attivato lo SPORTELLO SALUTE LILT. Si tratta di servizio gratuito di informazione e assistenza dove i cittadini affetti da patologia oncologica possono avere consulenza per la gestione dei rapporti con i medici di famiglia, con le ASL e gli ospedali. Inoltre i volontari dello Sportello Salute LILT possono indirizzare i pazienti ai diversi uffici e alle strutture di competenza per le procedure assistenziali e previdenziali (ASL, INAIL, INPS, PATRONATO) così da evitare al paziente inutili e dannose perdite di tempo nel peregrinare tra ospedali e uffici.

Nell’estate 2015 la delegazione ha organizzato incontri con le varie realtà che già operano in merito a temi di prevenzione nella città. Ottima la collaborazione con il distretto ASL di Casale con cui sono in programma diverse attività da svolgere nelle scuole casalesi sia primarie che secondarie: incontri formativi per i docenti, incontri a tema con le classi di scuola superiore. È inoltre in divenire il progetto PIEDIBUS, attualmente oggetto di studio presso ASL e Comune, da proporre alle scuole primarie per promuovere l’attività fisica e il contenimento dell’inquinamento ambientale organizzando un gruppo di volontari che accompagnano i ragazzi a scuola a piedi.

La delegazione e’ sempre disponibile ad intervenire sia per incontri informativi e divulgativi presso i comuni del Monferrato che lo richiedono, sia a partecipare a eventi cittadini come il Torneo Caligaris, cui la LILT era presente con un punto informativo.

NOVI LIGURE

La Delegazione LILT di Novi Ligure nasce ufficialmente nel 2008, sotto la guida del coordinatore pro tempore Dr. Massimo Iaretti e della Sig.ra Laura Giorcelli, che poi lo sostituirà nel ruolo di coordinatore.

Nel corso del 2009 vengono realizzate, in collaborazione con l’Oncologia e la Radiologia di Novi, giornate dedicate alla prevenzione del carcinoma mammario, offrendo mammografie ed ecografie gratuite alle donne in occasione dell’8 marzo e della festa della mamma.

Nel 2010 viene nominato coordinatore l’Ing. Giovanni Castellani e viene stipulato un protocollo d’intesa con il Comune di Novi Ligure per poter avviare campagne di informazione e prevenzione oncologica alla popolazione novese. Sempre in quell’anno la Delegazione LILT di Novi organizza il primo convegno rivolto alla popolazione, dedicato al tema urbanizzazione e salute.

In collaborazione con l’Oncologia di Novi Ligure e con il sostegno economico della Fondazione CRAL viene realizzato il progetto relativo all’approccio diagnostico e terapeutico del paziente oncologico anziano. Nel 2011, grazie hai fondi raccolti il 26 novembre 2010, durante un concerto benefico a favore della LILT “Rovistando nel Rock del passato”, è stato possibile finanziare una borsa di studio per l’esecuzione della ricerca concernente “CGA-VES13 Confronto tra CGA (Comprehensive Geriatric Assessment) e VES13 (Vulnerable Elders Survey) nella valutazione dello stato funzionale del paziente oncologico”.

In collaborazione con l’Oncologia dell’Ospedale di Novi Ligure e grazie alla disponibilità della psicologa Dr.ssa Elena Duglio vengono organizzati gruppi di dissuefazione dal fumo.

Il primo giugno 2012 è stato organizzato un nuovo concerto benefico dal titolo “Il Rock Italiano degli anni ‘60”, con il ricavato la LILT di Novi Ligure ha contribuito all’acquisto di un ecografo per uso senologico per il potenziamento dell’attività ambulatoriale di screening presso l’Ospedale di Novi Ligure, destinato alla diagnosi precoce del carcinoma mammario.

TORTONA

La LILT Delegazione di Tortona nasce ufficialmente nel 2008 con coordinatrice la Sig.ra Marisa Prati, poi sostituita dal Dr. Gianni Mutti. Durante i primi anni l’attività della Delegazione si è concentrata sull’organizzazione di manifestazioni e la raccolta fondi, al fine di poter attivare un ambulatorio per la prevenzione del melanoma. Dopo una fase sperimentale di 4 mesi effettuata nel 2009 , nel corso del 2010 è stato completato il progetto di apertura al pubblico di un Ambulatorio dedicato alla “Prevenzione dei Tumori Cutanei” realizzato grazie alla disponibilità della DG della ASL AL e alla collaborazione di un gruppo di Medici di Base del Distretto di Tortona. L’ambulatorio LILT di Tortona è stato affidato alla competenza del dermatologo Dr. Cananzi Raffaello. L’organizzazione della attività dell’Ambulatorio è stata supportata da un “percorso di accesso” diffuso a livello di informativa a tutti i Medici di Base del territorio del Tortonese. L’ambulatorio non vuole sostituirsi alle attività svolte dagli Enti Sanitari ma, in conformità con lo spirito della LILT, vuole rappresentare un contributo volontario e trasparente di supporto e collaborazione per soddisfare le esigenze dei cittadini. Parallelamente all’attività dell’ambulatorio è stata attivata anche una campagna di educazione sanitaria sulla prevenzione del melanoma, presso l?istituto Comprensivo di Volpedo.

Il giorno 9 marzo 2011 la LILT Delegazione di Tortona sigla un Protocollo d’Intesa con il Comune di Tortona per poter avviare campagne di informazione e prevenzione oncologica alla popolazione tortonese.

Grazie alla raccolta dei fondi realizzata nel 2010 e nel 2011 l’ Ambulatorio è stato dotato anche di un videodermatoscopio per la diagnosi ed il controllo della patologie tumorali cutanee.

Con Deliberazione del Commissario n. 2012/374 del 24/04/2012 è stata approvata, dal Coordinamento Distrettuale, la Convenzione, tra ASLAL e LILT Delegazione di Tortona, per attività di prevenzione e diagnosi precoce del melanoma maligno cutaneo. L’utilizzo del videodermatoscopio è stato concesso a titolo gratuito anche ai dermatologi dell’ASLAL Distretto di Tortona.

Dal primo ottobre 2012 sarà attivato dai volontari LILT di Tortona uno sportello che fornisce informazioni ai pazienti oncologici sull’assegno di invalidità e la pensione di inabilità, sulle esenzioni e sui diritti dei pazienti con neoplasia .

Per divulgare la nuova organizzazione dell’ambulatorio e dello sportello di informazione, saranno organizzati eventi formativi ed informativi indirizzati alla popolazione con il supporto dei Medici di Base e del Distretto di riferimento .

VALENZA

La Delegazione di Valenza è ancora in fase di strutturazione. Si sta valutando la possibilità di creare un’unica Delegazione del Monferrato insieme alla delegazione LILT di Casale.